Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario di cose celesti

Chi siamo? Perché?

Macchie solari da laboratorio

19 Jun 2009 10:43 PM – Michele Diodati

Ricercatori statunitensi del National Center for Atmospheric Research (NCAR), in collaborazione con colleghi tedeschi del Max Planck Institute for Solar System Research (MPS), hanno realizzato la più dettagliata simulazione al computer di sempre del comportamento di una macchia solare. La simulazione è stata creata in un volume virtuale tridimensionale che misura 50.000 km per 100.000 km per 6.000 km, pari a circa otto volte il diametro della Terra in lunghezza e profondo quanto il raggio del nostro pianeta. I calcoli sono stati compiuti da un supercomputer dell’IBM in grado di eseguire 76 mila miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo (76 teraflops).

Il modello suggerisce che i campi magnetici all’interno delle macchie solari devono essere inclinati verso determinate direzioni, per poter creare le complesse strutture che osserviamo. Secondo gli autori della simulazione esiste un’unica spiegazione fisica per la struttura delle macchie solari nelle parti in ombra e in penombra: l'effetto della convezione in un campo magnetico con proprietà variabili.

La simulazione ha replicato con il massimo livello di dettaglio la complessa relazione tra le regioni interne e quelle esterne di una macchia solare. Cortesia: Matthias Rempel, NCAR

La simulazione ha replicato con il massimo livello di dettaglio la complessa relazione tra le regioni interne e quelle esterne di una macchia solare. Cortesia: Matthias Rempel, NCAR

Tag: Sole, macchie solari, simulazioni, convezione, campi magnetici, articoli

Condividi post

La tua opinione

comments powered by Disqus
Powered by Disqus