Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario di cose celesti

Chi siamo? Perché?

Vela-C, la fabbrica delle stelle

16 Jul 2012 11:58 PM – Michele Diodati

Il Vela Molecular Ridge, o Cresta Molecolare delle Vele, è un grande complesso di nubi molecolari, visibile nel cielo australe in direzione della costellazione delle Vele. Il telescopio spaziale Herschel dell'ESA ha ripreso in squisito dettaglio Vela-C, la più massiccia delle quattro macroregioni in cui gli astromomi suddividono il complesso. A circa 2300 anni luce di distanza da noi, Vela-C appare nel lontano infrarosso, la gamma dello spettro elettromagnetico a cui Herschel è sensibile, come un intricato inviluppo di filamenti e "nidi" costituiti da polveri fredde.

Nelle immagini sotto riportate, il rosso indica le polveri più fredde, il blu e il bianco quelle relativamente più calde. Tutta l'intricata struttura è punteggiata da piccole "perle" colorate: sono pre-stelle e proto-stelle. Le prime sono "grumi" di polveri che stanno collassando sotto l'azione della propria gravità ma ancora non hanno raggiunto la densità sufficiente a innescare il meccanismo di formazione stellare; le seconde sono invece stelle in formazione e ve ne sono, all'interno di Vela-C, di tutte le dimensioni, da quelle più massicce a quelle più leggere, passando per quelle di massa intermedia (la sensibilità di Herschel nell'infrarosso è tale da consentire sofisticati calcoli sulla massa e le dimensioni degli oggetti osservati).

Le due caratteristiche più appariscenti nell'immagine ripresa da Herschel sono due regioni H II, sacche di idrogeno ionizzato che fungono da incubatrici stellari. La più grande è chiamata RCW 36 (o Gum 20): l'idrogeno di cui è composta è ionizzato dalla potente radiazione che emana da un giovane ammasso stellare aperto, completamente nascosto al suo interno rispetto al nostro punto di vista. La seconda regione H II, chiamata RCW 34 (o Gum 19) è visibile in basso a destra nell'immagine panoramica dell'intero complesso. Gli astronomi non sono però certi che appartenga a Vela-C. In base ad alcuni indizi, RCW 34 potrebbe essere molto più lontana, probabilmente oltre 9000 anni luce distante, e la sua appartenenza alla grande nube molecolare solo un effetto prospettico.

Immagine della nube molecolare Vela-C ripresa dal telescopio spaziale Herschel nel lontano infrarosso. Cortesia: ESA/PACS/SPIRE/Tracey Hill & Frédérique Motte, Laboratoire AIM Paris-Saclay, CEA/Irfu - CNRS/INSU - Univ. Paris Diderot, France

Immagine della nube molecolare Vela-C ripresa dal telescopio spaziale Herschel nel lontano infrarosso. Cortesia: ESA/PACS/SPIRE/Tracey Hill & Frédérique Motte, Laboratoire AIM Paris-Saclay, CEA/Irfu - CNRS/INSU - Univ. Paris Diderot, France

La regione che contiene la nube molecolare Vela-C ripresa nelle frequenze ottiche dalla Digitized Sky Survey 2 (sopra) e nel lontano infrarosso da Herschel (sotto). Cortesia: ESO/Digitized Sky Survey 2 (pannello superiore); ESA/PACS/SPIRE/Tracey Hill & Frédérique Motte, Laboratoire AIM Paris-Saclay, CEA/Irfu - CNRS/INSU - Univ. Paris Diderot, France (pannello inferiore)

La regione che contiene la nube molecolare Vela-C ripresa nelle frequenze ottiche dalla Digitized Sky Survey 2 (sopra) e nel lontano infrarosso da Herschel (sotto). Cortesia: ESO/Digitized Sky Survey 2 (pannello superiore); ESA/PACS/SPIRE/Tracey Hill & Frédérique Motte, Laboratoire AIM Paris-Saclay, CEA/Irfu - CNRS/INSU - Univ. Paris Diderot, France (pannello inferiore)

La nebulosità che domina il centro dell'immagine è la regione H II nota come RCW 36 (o Gum 20), qui osservata nella gamma del visibile.

La nebulosità che domina il centro dell'immagine è la regione H II nota come RCW 36 (o Gum 20), qui osservata nella gamma del visibile.

Dettaglio alla massima risoluzione della regione H II RCW 36, ripresa da Herschel nel lontano infrarosso. Le zone blu e bianche corrispondono alle parti più calde.

Dettaglio alla massima risoluzione della regione H II RCW 36, ripresa da Herschel nel lontano infrarosso. Le zone blu e bianche corrispondono alle parti più calde.

La semiluna aranciata visibile in basso al centro è un'altra regione H II, chiamata RCW 34 (o Gum 19).

La semiluna aranciata visibile in basso al centro è un'altra regione H II, chiamata RCW 34 (o Gum 19).

Dettaglio alla massima risoluzione della regione H II RCW 34, ripresa da Herschel nel lontano infrarosso. Le zone blu e bianche corrispondono alle parti più calde.

Dettaglio alla massima risoluzione della regione H II RCW 34, ripresa da Herschel nel lontano infrarosso. Le zone blu e bianche corrispondono alle parti più calde.

Questa e le tre immagini successive mostrano dettagli alla massima risoluzione della nube molecolare Vela-C, osservata dal telescopio Herschel nel lontano infrarosso.

Questa e le tre immagini successive mostrano dettagli alla massima risoluzione della nube molecolare Vela-C, osservata dal telescopio Herschel nel lontano infrarosso.

Vela-C, la fabbrica delle stelle
Vela-C, la fabbrica delle stelle
Vela-C, la fabbrica delle stelle
Mappa del complesso di nubi molecolari delle Vele (Vela-C è indicato come VMC C). Cortesia: Roberto Mura / Wikimedia

Mappa del complesso di nubi molecolari delle Vele (Vela-C è indicato come VMC C). Cortesia: Roberto Mura / Wikimedia

Riferimenti

Tag: nubi molecolari, Herschel ST, Vela-C, pre-stelle, protostelle, gallerie, formazione stellare, articoli

Condividi post

La tua opinione

comments powered by Disqus
Powered by Disqus