Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Un diario di cose celesti

Chi siamo? Perché?

Il martello e la piuma

23 Mar 2013 11:32 PM – Michele Diodati

Le sfocate immagini del filmato documentano un evento storico. È la dimostrazione del cosiddetto principio di equivalenza, eseguita dall’astronauta David Scott nel 1971, durante la missione dell’Apollo 15.

Scott lasciò cadere dalla stessa altezza un martello e una piuma. Mentre sulla Terra, a causa della resistenza dell’aria, il martello avrebbe colpito il suolo prima della piuma, nell’ambiente privo di atmosfera della Luna i due oggetti colpirono il suolo nello stesso momento. Il risultato, contrario all’intuizione comune, dimostrò che l’accelerazione subita da un oggetto in un campo gravitazionale non dipende dalle sue caratteristiche fisiche (massa, composizione, densità, forma ecc.), ma solo dall’intensità del campo gravitazionale che agisce su di esso.

Galileo aveva dimostrato il principio già quattro secoli fa, facendo rotolare sfere ben levigate di peso differente su un piano inclinato e constatando che arrivavano alla base del piano insieme. Ma non avrebbe potuto compiere sulla Terra un "gioco di prestigio" così strabiliante come quello di far atterrare nello stesso istante un martello e una piuma. Occorreva il vuoto lunare per riuscirci.

Moderne tecniche sperimentali basate sull'uso di bilance di torsione hanno dimostrato che il principio di equivalenza è ancora valido, in caso di misurazioni in grado di registrare deviazioni dal risultato atteso pari a poche unità su centomila miliardi (1014). Non è la certezza assoluta della sua validità (potrebbero esserci deviazioni più sottili), ma per ora bisogna accontentarsi...

Riferimenti

Tag: articoli, fisica, Luna, missioni Apollo

Condividi post

La tua opinione

comments powered by Disqus
Powered by Disqus